A MACERATA SI DEVE MANIFESTARE CONTRO IL FASCISMO E PER SOLIDARIETA’ ALLE VITTIME

La Fisac/CGIL del Comprensorio di Brindisi ritiene che sia un grave errore annullare la manifestazione contro il fascismo prevista per domani a Macerata. L’invito del sindaco della città marchigiana è uno sfregio alla democrazia italiana e alla Costituzione.
La Storia della Repubblica democratica Italiana è fondata sulle manifestazioni di piazza che hanno rappresentato la libera manifestazione di pensiero e che sono state un argine contro le molte derive che hanno colpito il nostro paese, a partire dalla lotta democratica contro il terrorismo, sia fascista che brigatista che mafioso.
La manifestazione si terrà ugualmente grazie all’impegno di partiti e movimenti di sinistra, la FIOM e varie associazioni. Ben diversa, però, sarebbe stata una manifestazione generale del paese nel luogo in cui è avvenuto il vile atto che ha colpito cittadine e cittadini inermi, colpiti solo per il colore della loro pelle. Un atto terrorista di stampo fascista che ha fatto ripiombare nel buio di un oscuro passato l’Italia e la sua democrazia.
La Fisac/CGIL di Brindisi idealmente sarà presente a Macerata ma concretamente sarà impegnata ad assicurare la sua presenza nelle manifestazioni previste in Puglia.

Fisac/CGIL Brindisi
La redazione

This entry was posted in Analisi, Blog, CGIL, Crisi, Fisac/CGIL Brindisi, Fisac/CGIL Nazionale. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *